GAMBERONI ALL’ARANCIA 

66710548_1261715517319427_5571188206344339456_o

E torniamo in Campania e precisamente ad Ischia . Questo piatto è del Ristorante Il Pirata di Sant’Angelo d’Ischia .
Una preparazione semplice ma molto accattivante dove la materia prima viene ampiamente rispettata e valorizzata .


Ingredienti per 4 persone 

  • 16 gamberoni
  • 1 bicchiere di spremuta di arancia
  • 4 cucchiai di olio evo
  • 2 bicchierini di Grand Marnier
  • Vino bianco qb
  • pepe verde qb
  • Prezzemolo tritato qb
  • Sale qb


Lavate ed eliminate il carapace dei gamberoni lasciando integra la testa e la parte finale della coda. Con uno stuzzicadenti asportatate dal dorso il budellino nero . Tenete da parte coperto in frigo fino al momento della cottura.

Questa operazione andrebbe sempre fatta in questo modo proprio per far rimanere integro il gamberone, che in questa maniera sarà anche esteticamente più presentabile.

Prendete un ampia padella e aggiungeteci il succo di arancia , l’olio evo, il Grand Marnier , un goccio di vino bianco e circa 30 grani di pepe verde leggermente pressati.
Fate scaldare questo liquido e appena arriverà all’ ebollizione abbassate la fiamma e aggiungete i gamberoni. Salate con molta parsimonia . Coprite e fate cuocere a fiamma moderata per 5 minuti. Posizionate i gamberoni sui piatti di portata e teneteli al caldo .
Alzate al massimo la fiamma e fate restringere i fondo di cottura , profumate con una presa di prezzemolo tritato e irrorate i gamberoni con la salsina ottenuta. Servite.

Potete completare il piatto con un ciuffo di purè di patate. Usate per farlo un sac a poche e posizionatelo vicino alle code dei gamberoni . Praticamente al centro della parte finale delle code.

Questa voce è stata pubblicata in Secondi di Mare. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>