CROSTINI CON UMIDO DI CIPOLLA E TRIGLIA DI SCOGLIO

118088703_1623171634507145_4195686190470028235_o

La cucina Regionale italiana ci offre un enorme quantità di alternative culinarie . Quando poi in certe regioni si può addirittura andare a ricercare e a trovare dei libri che parlano esclusivamente di certe zone di quella regione ci rendiamo conto di quanta cultura enogastronomia è fatto il nostro bellissimo Paese. Tutte le regioni offrono la possibilità di approfondire per zone specifiche tale conoscenza. Dipende molto dalle loro influenze storiche. La mia regione in particolare offre un caleidoscopio incredibile di influenze e di preparazioni .. Per non parlare del vino e di altri prodotti della terra . Sto parlando della Toscana ma non è certamente l’unica, però questa terra racchiude in sé un piccolo breviario di tutta l’ Italia . Faccio un esempio su tutti : il baccalà e lo stoccafisso tanto caro al Veneto è apprezzatissimo e molto conosciuto sulle tavole toscane dalla seconda metà del 500.. Il tartufo .. La pasta fresca .. I ravioli di verdura detti ignudi ..la selvaggina sia da penna che da pelo ..I formaggi pecorini e tantissime altre preparazioni. Insomma una regione in cui ogni italiano può ritrovare qualcosa delle sue zone di appartenenza.
Oggi andiamo a preparare un piatto molto semplice : un crostone che mi sono permesso di tramutare in crostino per poterlo usare in un pranzo con più assaggi di antipasti. Rustico ed essenziale ma con un ingrediente pregiato : la triglia di scoglio . Un contrasto mare e terra che vi sorprenderà.

Ingredienti per 20 crostini

  • 30 fettine alte 5 mm di pane San romano per crostini ( o una baguette) tagliate
  • oblique
  • 300 gr di filetti di triglia di scoglio già spinati
  • 400 gr di cipolle dorate
  • 6 cucchiai di olio evo
  • 1\2 bicchiere di passata di pomodoro
  • Sale, pepe qb.


Affettate sottilmente le cipolle con la mandolina e mettetele ad appassire in una padella con l’olio evo . La cipolla non deve soffriggere. Tenete il fuoco al minimo e fate andare coperto fino a che la cipolla non avrà preso un bel colore rosato. Per fare questo ci vuole almeno 50 minuti . Se si brucia dovrete riniziare da capo.
Quando saranno ben appassite salate , pepate e aggiungete la passata di pomodoro. Lasciate andare scoperto sempre al minino per far leggermente ritirare il tutto. Aggiungete i filetti di triglia e lasciateli disfare in questa salsa per 10 minuti aiutandovi con un mestolo di legno.
Tostate il pane nel forno e servitelo ricoperto dall’umido di cipolle e triglie.

Questa voce è stata pubblicata in Antipasti ed Entree' di Mare. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>